venerdì 7 dicembre 2012

Natale 1.0


Natale 1.0. Mia nonna per ovviare alla noia di dover addobbare l‘albero di Natale, lo conservava già fatto. Lo infilava dentro un sacco nero per la munnizza e lo arroccava sull‘armadio fino al Natale successivo. Il tristo alberello non aveva nemmeno un piede, infatti mia nonna aveva ingessato
l‘ interno di un vaso, lasciando un buco per infilzare il tubo del tronco. Di anno in anno prendeva una pendenza tipo torre di Pisa fin quando per stare in piedi doveva essere poggiato al muro. Cose da canto di Natale e zio Scrudge. Le palline erano multicolor e le luci da denuncia alla CE. Tutti ne ridevamo, ma tutti ci riunivamo intorno a quel miscuglio di luccichii...Oggi tutti noi rimpiangiamo il tristo alberello... E mai più un Natale sarà come quello 1.0.