>

Pagine

sabato 21 dicembre 2013

Il suicidio del pastore capitalista

Questa è una delle tristi storie della crisi. L' anno scorso il pastore capitalista arricchitosi alle spalle di tutti gli clicca qui per una diapositiva del pastore nei tempi d'oro)  ha deciso di mettere fine alla sua breve esistenza  avvelenandosi col muschio della mangiatoia. Sui fatti indaga la procura di Nazareth.  Forse non si tratta di suicidio.  Da Mazzate sul Cranio è tutto.
altri pastori del presepe, deteneva la quota maggioritaria dei  pascoli di tutta la Giudea. Quest'anno però qualcosa deve essere andato storto e i Re Magi giunti da lontano, invece del solito tris incenso,  oro e birra, hanno portato  la notifica della cartella di pagamento relativa ai contributi non versati per il pascolo. "Dovevo pagare Pilato" pare siano state le ultime parole dell'uomo prima del gesto estremo. Strozzato dal fisco, il pastore capitalista (
Zan zan, za za za zan zan.