venerdì 13 dicembre 2013

Lo sparatrap

Donne! Problemi di peli superflui? Dimenticatevi della ceretta, delle creme depilatorie ,del silkepil! C'è qualcosa di migliore per voi amanti dell'epilazione d'avanguardia  , economico e soprattutto efficace: lo Sparadrap (sparaTrap per la buonanima di mia nonna) o meglio conosciuto come Leukoplastico. Una volta applicato basta poggiarlo sull'epidermide, tirare i margini et woilà il gioco è fatto: non un pelo superfluo! Ma più inestetismi della pelle... nemmeno la pelle.


P.s se siete finiti su questo post é perchè l'avete cercato su google. Probabilmente avrete cercato : "come si scrive sparatrap?" Oppure "perchè si chiama sparatrap?"  pensando "Perchè mio nonno lo chiama sparatrap?"...E probabilmente sei del Sud...

A questo interrogativo vi risponde così l'Accademia della Crusca:
 Il Grande dizionario italiano dell’uso (GRADIT 2007) registra alla voce sparadrappo due accezioni: 1. ‘piccola garza imbevuta di liquidi medicamentosi, da applicare su ferite o piaghe’, accezione bollata come “obsoleta”; 2. ‘cerotto’, che è invece segnalata come “meridionale”. Il Sabatini-Coletti 2008 e lo ZINGARELLI 2013 precisano che oggi sparadrappo(e – aggiungiamo noi – soprattutto la sua variante dialettale sparatrappo, con passaggio -dr- tipico dei dialetti del Sud) è un termine in uso nell’italiano regionale meridionale per indicare il cosiddetto ‘cerotto adesivo’, cioè quel nastro di tela o simili ricoperto da un lato da uno strato di sostanza adesiva, impiegato nelle medicazioni, per fissare le bende o le garze.

Quanta cultura.